Tendenze Primavera Estate 2015


Tendenze Allestimenti Vetrina Primavera/Estate 2015

La natura e gli spazi aperti sono una delle più importanti ispirazioni della stagione Milanese e di Pitti Uomo. Tessuti disposti con ricchezza artigianale, con intricati, multicolorati lavori a maglia, e costruzioni di intrecci mescolati, rattoppati, stratificati a formare testurizzati e sofisticati look country.

Colori come il menta fresca, il turchese, il pistacchio, il verde mantide, il rosso papavero, argomento che affronteremo nel prossimo articolo, sensazioni come la vulnerabilità, la leggerezza, la spensieratezza, contrapposta alla allegria, alla complessità, alla rivoluzione, parole chiave come la sobrietà, il POP Avanguardista, la grafica, l’artigianalità, in un mix che ben riflette gli umori di questi tempi. Il tutto è ben sintetizzato nella ricerca sulle nuove tendenze Primavera/Estate 2015 del network “Sourcing at Magic”, raggruppate in 4 macroaree qui sotto riportate.

tpe2015 1 tpe2015 2 tpe2015 3 tpe2015 4 tpe2015 5 tpe2015 6 tpe2015 7 tpe2015 8

 

Tutte queste ispirazioni, tendenze, sensazioni, colori che abbiamo percepito nelle sfilate e nelle collezioni di questa stagione si riflettono nei display vetrina che rappresentano le cornici espositive della moda nell’ambiente urbano.

Like Loading…

 

WINDOW DISPLAY Primavera Estate 2015

 

Hermes Amsterdam

La casa parigina di Hermes ha commissionato allo studio Bonsoir Paris la progettazione delle loro vetrine

In questo Progetto Vetrina il progettista ha fatto proprio il tema dell’acqua, elemento trovato dappertutto nella città olandese, caratterizzata dai suoi canali, rispettando però perfettamente il patrimonio e l’identità del brand.

Motivi differenti dell’oggetto natura acqua, come cascate, onde, zampilli e gocce d’acqua, sono mixati ai prodotti del brand, formando un set in cui sono rappresentati l’organico e l’inorganico.

Tutti i progetti sono stati concepiti per essere modulari, permettendo sistemi di adattamento ai diversi negozi in giro per il mondo.

hermes1 hermes2

 

Prada

Continuando con ciò che appare per noi essere i frequenti riferimenti di Prada agli interni e all’architettura, il loro ultimo progetto vetrina contiene false viste prospettiche create da questi bellissimi pannelli in legno con grana orizzontale.

Quinte che costituiscono viste di sfuggita sui paesaggi in toni monocromatici , formando punti focali oltre il prodotto.

Design concept by Martino Gamper

prada1

prada2

Selfridges Londra

Selfridges ha rimosso le ristrettezze relative all’età , celebrando, questa volta “The Bright Old Things”.

Portando in mostra epoche di artisti, designer, musicisti attivisti, dalla fine anni quaranta a metà anni ottanta, Selfridges ci fa capire che il concetto di vecchio è tanto soggettivo quanto irrilevante.

 

Talenti, alcuni istantaneamente riconoscibili, e altri totalmente nuovi nomi , sono stati scelti per

prendere parte al concept che hanno chiamato “rinascimento pensionistico”, un completo cambiamento di carriera, o un passo verso l’ignoto.

Le storie raccontate all’interno delle vetrine includono quella di un ex ragioniere che diventò un artista negli anni sessanta, un architetto diventato un artista di arte topiaria e un product designer che diventò un caso eccezionale con il suo vlog “Earth News for space” (vedi foto allegate)

Ad ogni soggetto è stata dedicata una vetrina in Oxford Street in modo tale da dare ai milioni di persone che passeranno davanti ad esse ogni settimana un profondo sguardo all’interno della loro visione creativa. Sono stati organizzati eventi speciali all’interno delle vetrine , inclusi nel   programma per le “London Collections:Men”, per l’occasione tutti i prodotti selezionati per la “Bright Old Things” saranno venduti sia in negozio che online.

Linda Hewson, Selfridges Creative Director, commenta “Una delle cose di cui siamo più fieri, è quella di aver raccontato grandi storie. Cosa c’è di meglio per iniziare l’anno che celebrare 13 di queste storie? Non ce la faccio a smettere di ascoltare le risposte della gente a questa iniziativa- credetemi, ognuna di queste persone ci può insegnare cose riguardo al crescere e accrescere nel modo giusto”.

Offrendo una profonda conoscenza delle vite e delle eredità delle “Bright Old Things”, Selfridges ha invitato Todd Selby a catturare ognuno di questi affascinanti soggetti nelle loro case e nei loro spazi creativi.

Dal commerciante diventato designer Nick Wooster, uno degli uomini più fotografati al mondo nei suoi cinquantanni, a Molly Parkin, un tempo Fashion Editor al Sunday Times e adesso pittore talentuoso a 82 anni, passando per Bruno Wizard, 64 anni, “il punk più famoso di cui si sia sentito parlare..” “Bright Old Things” è un gioioso promemoria che ci ricorda che non è mai troppo tardi per provare qualcosa di nuovo.

 

v1

ROGER MILES: Artist and Consultant

v2

TONY GIBSON: Vlogger

v3

BRUNO WIZARD: Punk Musician/Writer

v4

SAND LAURENSON: Artist

v41

MICHAEL LISLE-TAYLOR: Sculptor

v5

WILLIAM FORBES HAMILTON: Painter

v6

ROBERT ROOPE: Eyewear Designer

v7

ANDREW EKINS: Painter

v8

SUE KREITZMAN: Artist and Curator

 

v9

NICK WOOSTER: Designer

 

 

 

 

v10

DEN WOODS: Furniture Designer & Actress

 

 

v11

MOLLY PARKIN: Painter

 

Leggi il resto dell’articolo …

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *